Il giorno dopo da Charles

Alla fine della sessione conclusiva, Charles Nesson invitava tutti (!) a casa sua il mattino successivo. Cosi' sabato mattina io e gli altri tre giovani nexiani ci siamo recati da Charles, una casa immersa nel verde a dieci minuti a piedi da Harvard Square. Continua.

Sessione conclusiva

Chair: John Palfrey. Mezz'ora di interventi sul tema: "qual e' la domanda piu' importante a proposito dei prossimi dieci anni?". Impossibile riportare le decine di proposte. Quando e' venuto il mio turno (mi avevano preavvertito che John Palfrey mi avrebbe interpellato) ho detto due cose: Continua.

"Netizenship" 16 May PM

Jonathan Zittrain: "Abbiamo sviluppato una serie di tecnologie che rendono possibile contribuire la capacita' disponibile su milioni di PC worldwide. P.es. per studiare la censura su internet." Presenta per esteso l'Herdict project che si concentra sulla censura su Internet. Lo definisce "alpha" e in effetti non e' live su Internet. Continua.

"Net Neutrality" 16 May PM

Yochai Benkler, Tim Wu, Terry Fisher. Inizia Yochai Benkler con dieci minuti di sintesi della situazione USA. Anni fa e' avvenuto lo shift da "competizione sullo stesso filo" a "competizione tra fili". Quando questo e' successo, allora, come posizione di "fall back", si e' iniziato a parlare di assicurare almeno "net neutrality". Continua.

Plenary talk 16 May pranzo

Joshua Micah Marshall, Talking Points Memo, ha parlato di come sta cambiando il giornalismo nell'era di Internet. Non riesco a trovare elementi di grandissima novita' nelle sue riflessioni.

"CCzero" 16 May AM

Sessione dedicata alla proposta di "licenza" chiamata "CC0", ovvero uno strumento legale per dichiarare, soprattutto in ambito scientifico, che tutti i diritti sono waived (laddove ci sono diritti e entro i limiti permessi dalla legge). Coordina Melanie Dulong. Amar Ashar ha appena fatto presente perche' anche la piu' semplice delle licenze CC, attribution, puo' essere un problema in ambito educativo: cosa succede, infatti, se l'autore e' un bambino di otto anni, per il quale valgono una serie di considerazioni di privacy, opportunita', eccetera.

"Open Education" 16 May AM

Sessione su "open education". Tema enorme, affrontato da una trentina di persone, guidate da Charles Nesson e Gene Koo, Si stanno impiegando i 75 minuti a disposizione nel mero elenco di temi, problemi e opportunita'. Con un tema simile, non c'era probabilmente alternativa. Osservazione che condivido: Charles Nesson sottolinea che l'online education aumenta l'importanza del "residential learning". Harvard ha, insomma, un grande futuro come residential university; ma contemporaneamente collaborera' con tutte le altre universita' del mondo per offrire online education come una sorta di commons.

Libro di JZ online sotto CC

Il libro di Jonathan Zittrain, "The Future of the Internet - and How To Stop It", e' disponibile gratis online con licenza CC by-nc-sa. Copia locale disponibile qui. Dati: Jonathan Zittrain, THE FUTURE OF THE INTERNET - AND HOW TO STOP IT, Yale University Press, ISBN 0300124872, Penguin UK/Allen Lane, ISBN 1846140145. Continua.

Seconda sessione 15 May PM

Inizia Charles Nesson. Accanto a lui siedono Michael Fricklas (Executive Vice President, General Counsel and Secretary, Viacom), Reed Hundt (Former FCC Chairman and Principal, Charles Ross Partners), Esther Dyson (President, Edventure Holdings). Charles Nesson inizia dicendo che i tre grandi attori sono: Governi, for profit e no profit. Quando si fanno le regole, sono loro che si siedono al tavolo (o dovrebbero, dico io). Continua.

Prima sessione 15 May PM

E' iniziata la sessione di Yochai Benkler e Jimmy Wales. Breve presentazione di Wales sui principi alla base di wikipedia. Ora parla Benkler: sta ricordando la controversia sollevata dallo studio pubblicato da Nature sull'accuratezza di Wikipedia vs Enciclopedia Britannica. Continua.